Corriere Canadese

TORONTO - Comincia sabato a Salt Lake City la “nuova alba” di Toronto Fc. Così la società ha voluto rinominare la stagione 2017, quella nella quale i Reds cercheranno di ricucire la ferita della sconfitta in finale contro Seattle nell’unico modo possibile: vincendo il titolo. È questo infatti l’obiettivo dichiarato di società e squadra dall’11 dicembre 2016, il giorno successivo la dolorosissima finale persa ai rigori contro i Sounders davanti ai 35mila tifosi del Bmo Field. 
E proprio la stagione scorsa, con quel finale maledetto ma anche con tutti i record stabiliti, sarà il costante riferimento dell’annata che sta per iniziare per Giovinco e compagni. E non sarà facile mantenere le aspettative.
La squadra è forte e con un gruppo compatto. Il mercato ha portato il difensore congolese Chris Mavinga e il centrocampista spagnolo Victor Vazquez, esattamente i rinforzi che la società aveva in mente a fine 2016. Mavinga è un terzino sinistro che può giocare anche centrale e andrà a rinforzare la difesa, già punto di forza della squadra nella scorsa stagione. Appena 25enne, i Reds sperano possa diventare una colonna della squadra.
Vazquez invece, è un centrocampista offensivo che può giocare in quasi tutti i ruoli della mediana. Cresciuto nella cantera del Barcellona e forte di una buona esperienza internazionale tra Bruges e Cruz Azul, dovrebbe essere il giocatore di qualità che il club cercava per migliorare il centrocampo. E non far sentire, soprattutto numericamente, la mancanza di Will Johnson.
A differenza dello scorso anno però, i Reds non partiranno a fari spenti. Anzi. Per bookmakers ed esperti infatti Tfc è il vero favorito per il titolo nordamericano. In Italia i Reds sono dati a 6, davanti ai New York Red Bulls (6.50), i Los Angeles Galaxy (7) e i campioni in carica dei Seattle Sounders (8).  Mentre l’inglese Bet365 dà i Galaxy favoriti a 6, con Toronto Fc secondo a 7.50.
Tutti però conoscono e temono Tfc adesso, quindi sarà molto più difficile per i Reds ripetere i risultati della stagione scorsa. Per farlo dovranno sperare in una ulteriore maturazione tattica di Greg Vanney, abile e fortunato nel cambio di modulo a fine stagione, e nella conferma di Altidore, Bradley e Moor ai livelli della scorsa stagione.
Più di tutti però sarà fondamentale Giovinco. Nonostante i 21 gol e 16 assist in 34 partite tra regular season e playoff infatti, la scorsa stagione ha portato all’ex juventino soprattutto amarezze. Prima l’esclusione dall’Europeo in Francia, poi la mancata nomination al premio di Mvp e infine la sconfitta in finale di Mls Cup, con annesse polemiche per la sostituzione dovuta ai crampi causati dal terreno di gioco sabbioso.
Questa sarà quindi per la Formica Atomica la stagione del riscatto. Quella in cui tornare a brillare e stupire come nel 2015, quando la Mls scoprì l’ex juventino e non esitò a definirlo il miglior giocatore mai apparso su un campo della Lega nordamericana.
Finora nessuno è mai arrivato due volte in finale, eccetto Houston che tra il 2011 e il 2012 sfidò due volte i Galaxy perdendo in entrambi i casi. L’obiettivo di Tfc sarà quindo quello di riuscire in ciò che a nessuno è ancora mai riuscito. Tornare in finale e stavolta vincere.
Per farlo i Reds hanno addirittura modificato la maglia principale, abbandonando il look all-red e aggiungendo maniche e fianchi grigio scuro. Una scelta quantomeno discutibile, che però serve ancora una volta a ribadire l’arrivo di una nuova alba. Che sorgerà sabato alle 4.30 pm dal Rio Tinto Stadium di Salt Lake City. 

About the Author

Leonardo N. Molinelli

Leonardo N. Molinelli

More articles from this author