Corriere Canadese

TORONTO - A pochi giorni dall’inizio della nuova stagione, Toronto Fc si muove tra mercato e polemiche. Nei giorni scorsi infatti è esploso il caso Will Johnson, col centrocampista canadese che in un’intervista al Toronto Star ha attaccato la società, sostenendo di non aver avuto opportunità dopo il grave infortunio in occasione del gol che ha regalato ai Reds il campionato canadese. Un’uscita che ha creato clamore e polemiche.
Johnson, che ora ha firmato per due anni con Orlando, è poi intervenuto nel programma Red Card di Anthony Totera per spiegare il senso delel sue parole. Qui ha attaccato il tecnico Greg Vanney, di fatto attribuendogli il suo addio ma ha anche sottolineto di essere stato benissimo a Toronto e di avere la massima stima degli ex compagni e del presidente Bill Manning.
Oggi, sempre nel programma di Totera, interverrà Greg Vanney per dire la sua sulla questione. Sembra insomma che la sconfitta contro Seattle abbia lasciato qualche tossìna e che il clima dentro il club non sia dei migliori.
Fonti ben informate lasciano trapelare che Johnson non fosse l’unico ad avere un pessimo rapporto col tecnico americano e sullo sfondo sembra delinearsi anche una sorta di guerra fredda all’interno della società. Con due fazioni ben distinte che cercano di avere la meglio l’una sull’altra. I prossimi mesi diranno se questi sono solo normali screzi in ambito lavorativo o divergenze più pesanti che possono anche influire su prestazioni e risultati della squadra.
Nel frattempo però Toronto Fc ha appena ingaggiato al SuperDraft di Los Angeles il 21 Brandon Aubrey, difensore texano che copre uno dei due posti liberi in difesa di cui ha parlato Billa Manning nell’intervista esclusiva al Corriere di venerdì scorso. Adesso pare che i Reds siano sulle tracce di un terzino destro per fare da riserva a Beitashour, poi sarà il momento del centrocampista offensivo citato da Manning.
Saltato l’argentino Blanco, seguito in estate e diretto forse a Portland, i Reds hanno ceduto due opzioni di scelta al draft per 75mila dollari di spazio nel salary cap. Soldi che serviranno per la mezzapunta ovviamente. Anche se forse l’addio di Johnson lascia un buco in rosa che potrebbe essere più dannoso della polemica sui media.

About the Author

Leonardo N. Molinelli

Leonardo N. Molinelli

More articles from this author