Corriere Canadese

TORONTO - Manca pochino alla conclusione del girone di andata ma l’anno è finito ed è tempo di dare uno sguardo alla prima parte del campionato 2016-17. Ora come ora la Juventus è lanciata verso il sesto scudetto consecutivo, Roma, Napoli e Milan si contendono la seconda piazza, l’Inter annaspa ma sembra in risalita ed in coda il destino di Pescara, Crotone e Palermo sembra segnato.
Tenendo in considerazione che il mercato invernale potrebbe cambiare qualche equilibrio, ecco il pagellone di questa prima fase.
 
ATALANTA 7 - Partenza frenata, poi via col vento. Gasperini ha uno zoccolo duro di giovani talenti che hanno fatto dell’Atalanta la rivelazione di questa porzione di campionato.
 
BOLOGNA 5.5 - La squadra del “formaggiaro” canadese Saputo sta facendo pochino. Donadoni si arrangia con quello che ha.
 
CAGLIARI 6 - Il Cagliari ha incassato tantissimi gol (Sturaro sotto accusa) ma ha fatto 23 punti, il che significa zona sicurezza. Nonostante questo la situazione è tesa, il tecnico Rastelli si è messo contro mezza squadra e rischia di essere cacciato.
CHIEVO 6.5 - La squadra degli Asinelli che volano smentisce regolarmente chi la vede tra le pericolanti.  Passano le stagioni, passano gli inverni, ma i gialloblù sono sempre lì.
CROTONE 5.5 - Nella fase finale del girone di andata ha giocato benino, ma la retrocessione è pur dietro l’angolo. Se i calabresi scendono è anche perché non hanno avuto il sostegno del pubblico di casa quando serviva per affrontare nel migliore dei modi un campionato sconosciuto, la Serie A.
 
EMPOLI 5 - Per salvarsi i toscani dovranno sudare. Alla base dei problemi c’è Saponara che non trascina come prima e un attacco che segna col contagocce.
 
FIORENTINA 5 - Se la proprietà ha problemi con il tecnico, e viceversa, dalla squadra non si può aspettare granchè. Kalinic segna di meno, Borca Valero ha perso sprint e velocità. Di buono c’è Bernardeschi che gioca alla grande.
 
GENOA 6 - Grande con le grandi, piccola con le piccole. Il Grifone nel suo nido di Marassi ha fatto le scarpe a Juventus, Fiorentina, Milan e ha pareggiato con il Napoli. Poi però ha perso punti con le meno titolate. 
 
INTER 4.5 - Nella classifica delle delusioni l’Inter è prima. Troppi galli a comandare nel pollaio cinese-nerazzurro, tre allenatori sei gare perse su 18, settimo posto in classifica e la figuraccia in Europa League. Con Pioli le cose stanno migliorando, ma servirà un girone di ritorno senza passi falsi per poter riprendere una stagione nata davvero male e magari raggiungere la zona Champions.
 
JUVENTUS 8 - La Signora ha nel mirino il sesto scudetto consecutivo che molto probabilmente vincerà. La Juve attuale è la migliore squadra  dell’attuale torneo ma non è migliore di quella del 2015-16 o 2014-15. La banda Allegri in campionato ha subito tre sconfitte, tutte esterne e tutte dopo l’impegno europeo. Poi ha perso la Supercoppa con il Milan a dimostrazione che qualcosa non quadra tra i bianconeri. Higuain ha segnato gol importanti, ma non è uomo squadra. Dani Alvez e Pjanic stanno deludendo. Ora hanno preso Rincon per fargli fare il Gattuso a centrocampo. Mettere le mani sull’agognata Coppa con Le Orecchie sarà molto difficile.
 
LAZIO 7 - Simone Inzaghi sta facendo un mezzo miracolo. I biancelesti sono grandi con i piccoli e piccoli con i grandi. Ma resteranno sempre in alto, almeno in zona Europa League.
 
MILAN 7.5 - Due napoletani sono alla base del miracolo Milan, Montella e Donnarumma. L’arrivo dei cinesi sembra ora certo, per ora non hanno fatto danni. L’ottimo girone d’andata è culminato con la conquista della Supercoppa. Montella sta valorizzando i molti giovani italiani della squadra. L’unico problema sembra essere Bacca ma il Milan lotterà sino alla fine per un posto nella Champions.
 
NAPOLI 7.5 - Terzo posto con gioco e gol. Il Napoli ha assorbito bene la fuga di Higuain e l’infortunio di Milik raggiungendo gli ottavi di Champions ed il terzo posto attuale. Mertens è il punto di forza, Reina l’anello debole della catena. Oltre agli scontri diretti persi con Juve e Roma ci sono stati alcuni pareggi di troppo. Lo scudetto al momento è irraggiungibile, il secondo posto no. 
 
PALERMO 4.5 - Il miracolo è possibile, specialmente se vince in casa, cosa mai accaduta quest’anno. Il tecnico numero tre di questo girone di andata, Corini, ha una montagna come il K2 da scalare.
PESCARA 4.5 -  Partenza fantastica, poi l’inferno. Unica squadra a non aver ancora vinto una partita sul campo, ma Oddo non è stato esonerato. Per la salvezza siamo ai livelli di mission impossible.
 
ROMA 7 - I giallorossi sono la seconda forza in campionato e sarebbero più vicini alla Juve se avessero fatto meglio nella trasferte di Cagliari, Empoli e Bergamo. Catastrofico anche il preliminare di Champions League. Spalletti, Dzeko e Nainggolan sono i punti di forza dei giallorossi.
 
SAMPDORIA 6 - Partenza lanciata per i doriani, poi una serie di brutti risultati. Dopo aver vinto il derby con il Genoa i ragazzi di Giampaolo si sono ripresi e stanno disputando un campionato da onesta metà classifica.
 
SASSUOLO 5 - La sfortuna abita nel Sassuolo. Senza Berardi e Duncan per tutto il girone d’andata, gli uomini di Di Francesco hanno pagato anche l’incredibile leggerezza costata tre punti con il Pescara. Con il rientro degli infortunati il Sassuolo dovrebbe tornare a brillare.
 
TORINO 6.5 -  Toro zoppo in partenza per i tanti infortuni, poi i ragazzi di Mihajlovic hanno ingranato la quarta incamerando punti e consensi soprattutto con “Gallo” Belotti. 
 
UDINESE 6.5 - Del Neri subentrato a Iachini ha dato punti e consensi all’Udinese. La striscia di quattro risultati utili consecutivi ha portato i friulani al centro della classifica.
 

About the Author

Nicola Sparano

Nicola Sparano

More articles from this author