Corriere Canadese

Comunita`

TORONTO – Quella organizzata in occasione del suo quarantesimo anniversario dal Terelle Social Club è stata una festa all’insegna della buona compagnia. 
I quasi 500 presenti alla Da Vinci Banquet Hall hanno celebrato assieme all’anniversario del sodalizio anche San Valentino. Tra i numerosi ospiti intervenuti anche l’onorevole Joe Volpe, editore e presidente del Corriere Canadese, il deputato federale del distretto di Vaughan-Woodbridge Francesco Sorbara, il ministro Steven Del Duca, il presidente di Lido Construction Danny Montesano con la moglie Madeleine, padre Eugene Filice ed tanti altri ancora.
Cena superba, musica e spettacolo con il Dj Platinum e il cantante Nick lucchese, tanti premi hanno caratterizzato l’evento durante il quale sono stati premiati con borse di studio quattro ragazzi meritevoli: Joseph Anthony Azzoli, Sabrina Elena Iunni, Adriano Mariani e Roberto Mariani. A consegnare le borse di studio ai giovani, felici ed emozionati al tempo stesso, è stato il presidente del club Nazzareno Tesa assieme al ministro dei trasporti Steven Del Duca.
Alla festa hanno partecipato molti giovani e tanti bambini che hanno portato una ventata di allegria divertendosi per tutta la serata. L’appuntamento è quindi per il prossimo anno con un’altra superba celebrazione.
 
Nelle foto riconosciamo:
 Violetta Di Vizio, Nazzareno Tesa, Danny Montesano, il ministro Steven Del Duca, Francesco Sorbara MP, Irma Di Manno, Antonietta De Piro e a destra il presidente Nazzareno Tesa saluta l’on. Joe Volpe; sotto a sinistra la famiglia Grossi e a destra Joe Dussin, Alida Dussin, 
Madeleine Montesano, Nick Buttino, Mary Grossi, Rocco Grossi, Gabriel Bianchi, Rose Sorbara, l’mp Francesco Sorbara, Danny Montesano, l’on. Joe Volpe, Giuseppe Grossi e  Violetta Di Vizio   
TORONTO - Come tutelare al meglio gli interessi della comunità nel possibile progetto di risviluppo del 136 Beverley Street? 

TORONTO - La comunità italocanadese paga, a caro prezzo, gli errori del passato. Le mancanze, le debolezze, le incertezze di un’autoproclamata leadership poco lungimirante, hanno caratterizzato un percorso che non è stato di crescita e sviluppo, ma di stagnazione e a volte regresso. 

TORONTO - Identità e lingua, esperienze del passato e obiettivi per il futuro, senso di appartenenza e necessità di preservare un lascito alle generazioni future. Sono questi i temi principali di un nuovo dibattito che si sta sviluppando all’interno della comunità italocanadese. 

 TORONTO - Il calcio canadese ha perso un grande pezzo della sua storia, un signore, un vero gentiluomo. in campo e fuori. Hector Leonardo Marinaro - Buenos Aires 1931, Toronto 30 gennaio 2017 - dal 1961 in poi ha contribuito alla crescita del soccer. Se oggi abbiamo il Toronto Fc  lo dobbiamo in parte anche a questo elegante centromediano che a 16 anni era già titolare del Racing, club argentino di prima divisione. 
Quando in Canada il calcio era considerato sport di terza fascia, buono soltanto per i freschi emigrati,  senza protagonisti di primo piano, Hector cominciò a dimostrare come la nuova frontiera del pallone  poteva diventare mondiale anche nella terra del disco e della palla ovale.
Hector a 26 anni si trasferì in El Salvador dove conquistò tre titoli nazionali (1959, 1962  e 1963). Nel 1961 fece la sua prima apparizione in Canada, a Montreal, dove fu dato in prestito temporaneo al Montreal Concordia. 
Quell’anno la Concordia vinse il campionato NSL del Quebec e Marinaro risultò il miglior giocatore del torneo. Dopo una parentesi in Messico, Marinaro si trasferì definitivamente a Toronto, dove divenne una bandiera della Toronto Italia. Negli anni ha allenato  Toronto Falcons,  Toronto Italia, Toronto Blizzard, Toronto Rockets. Il centromediano dai pedi vellutati e la rovesciata volante alla Piola, ha anche insegnato per decenni calcio, ai professionisti ed anche ai bambini. 
A tutti ha lasciato in retaggio l’amore ed il rispetto per il pallone.
Suo figlio Hector Marinaro Jr.  ha seguito le orme calcistiche del padre: per anni ha spopolato nel calcio indoor stabilendo record in fatto di marcature.
Funerali privati
I funerali dei Hetcor Marinaro si terranno in forma privata.
Il Corriere Canadese si unisce alla comunità calcistica di Toronto nel porgere alla signora Elda, ai suoi figli e  parenti tutti, i sensi di un profondo cordoglio.