Corriere Canadese

TORONTO - Sebastian Giovinco torna a fare magie e Toronto Fc ritrova la vittoria, ma sostituito nel finale esce infuriato senza salutare il tecnico.
Venerdì sera Tfc ha battuto 3-1 i Chicago Fire di Bastian Schweinsteiger cogliendo il primo successo stagionale al Bmo Field. Una vittoria importante per scacciare i primi dubbi sulla stagione dei Reds e perché ha fatto rivedere ai tifosi il vero Sebastian Giovinco. Il numero 10 ha illuminato la scena con due reti stupende, la seconda in particolare un gioiello balistico, e ha mostrato di essere un altro rispetto alle ultime esibizioni in cui era apparso indolente e quasi appannato.
Aiutato dalle novità tattiche decise da Vanney, Giovinco ha segnato il gol del vantaggio al 28’ con un destro dal limite sul palo del portiere  e chiuso la gara all’82’ con un gioiello su punizione. dopo il momentaneo 2-0 di Zavaleta. Poi però all’84’ si è infuriato per la sostituzione decisa dal tecnico americano, che voleva fargli ricevere l’ovazione del pubblico e invece ha visto l’italiano uscire infuriato dal campo e andare direttamente negli spogliatoi, dai quali poi se n’è andato senza parlare con la stampa nonostante la doppietta.
Un malumore condiviso con lo spagnolo Victor Vazquez, sostituito per la terza volta consecutiva, nonostante fosse ancora una volta era uno dei migliori in campo. Addirittura l’ex Bruges ha lasciato il campo infuriato al 66’ per dare spazio all’anonimo Chapman, e da tempo soffre questa situazione. 
Restano quindi forti le tensioni nello spogliatoio dei Reds, nonostante il successo con Chicago abbia ridato fiato alla classifica e fatto vedere buone cose. Soprattutto l’idea di cambiare modulo e passare dal 3-5-2, che nominalmente resta il modulo principale, a una specie di 4-2-3-1 ibrido con Giovinco più libero dietro ad Altidore e Bradley che in fase di difesa e impostazione fa quasi il terzo centrale al posto di Moor sembra aver funzionato nella gara di venerdì.
Adesso la prova del nove arriva con i prossimi due impegni, venerdì 28 contro Houston e mercoledì 3 maggio contro Orlando. Entrambe le gare si giocheranno al Bmo e solo se i Reds otterranno due vittorie la tempesta sarà alle spalle. Altrimenti le turbolenze continueranno a caratterizzare il cammino di Toronto Fc e questo potrebbe portare a tante sorprese nel corso della stagione. 

About the Author

Leonardo N. Molinelli

Leonardo N. Molinelli

More articles from this author